Cosa sono le ragadi al seno e come prevenirle

12/10/2015  |  Problemi comuni nel dopoparto

Le ragadi al seno si presentano come piccoli taglietti sul capezzolo e procurano dolore nel momento della poppata.

Talvolta le ragadi al seno possono anche sanguinare.

Di solito sono sintomo di attacco errato del piccolo durante l’allattamento o anche della posizione non ottimale.

Il primo rimedio è correggere tali posizioni, seguendo alcuni consigli:

  • La mamma deve sedersi comodamente e con l’aiuto di cuscini trovare la sistemazione in modo da non doversi chinare verso il piccolo
  • Alternare diverse posizioni, tipo sdraiati l’uno di fronte all’altro in modo che il bimbo non solleciti sempre il capezzolo nello stesso punto (causa delle ragadi al seno)
  • Le labbra del bebè devono essere aperte a ventosa e devono coprire parte dell’aureola
  • Meglio offrire il seno sostenendolo a coppa
  • Se si avverte dolore meglio staccare delicatamente il bambino e farlo riattaccare in modo corretto

Oltre a tutto ciò è bene prevenire le ragadi al seno utilizzando le coppette in argento, che sono coadiuvanti nel trattamento e non hanno controindicazioni ne per la mamma ne per il piccolo

Scopri tutti i vantaggi delle coppette paracapezzoli argento

© Developed by CommerceLab