Consigli sulle posizioni per allattare

06/10/2015  |  Dopo il parto

Prima di iniziare ad allattare il piccolo, cercate una sedia comoda e per un sostegno migliore potete utilizzare un poggiapiedi e dei cuscini. In commercio si trova un cuscino adatto all’allattamento, grande e a forma di fagiolo, su cui potrete appoggiare le braccia anche quando allattate a letto.

Inizialmente vi sentirete inadeguate, trovare le corrette posizioni per allattare al seno può sembrare difficile finché non si prende confidenza. Ecco le più conosciute:

Posizione culla

E’ la prima posizione che le mamme provano in maniera quasi naturale subito dopo il parto. La testa del bambino va nell’incavo del gomito con il nasino davanti al capezzolo. Con la mano va sostenuto il sederino del bimbo. Girate il piccolo su un fianco, poi alzatelo finché si trova la posizione più comoda e il piccolo si attacca al seno.

Posizione abbraccio trasversale

E’ simile alla precedente, ma le braccia sono disposte in modo diverso. In questo caso, un braccio sostiene il seno e l’altro è posto intorno alla schiena del bimbo. Le pance mamma/bimbo sono a contatto come nella posizione a culla. Mettere la mano alla base della testa sostenendola, con il pollice e l’indice all’altezza della schiena.

Posizione di lato

E’ una delle posizioni per allattare più comoda per chi ha fatto il cesareo, il bambino non pesa sulla pancia e la mamma può riposare mentre allatta. Distese su un fianco con il bimbo difronte al seno, con una parte del gomito sostenete la schiena del piccolo o ponetegli dietro una copertina arrotolata. Con una mano sostenete la vostra testa o usate dei cuscini per stare più comode.

Posizione rugby

Anche questa posizione per allattare è indicata per chi ha partorito col cesareo, ma anche per chi ha seno abbondante o se il bambino è molto piccolo, in questa posizione infatti riuscirà a succhiare il latte più facilmente.

Da sedute posizionate un cuscino in grembo e sostenete il piccolo a pancia in su con il braccio e mettete il fianco del bambino vicino al vostro. Con il palmo sostenete la testa alzandolo verso il seno per farlo attaccare. I piedi e le gambe del bambino sono circondati da sotto dal vostro braccio.

Posizione lupa

Il bimbo viene sdraiato sulla schiena, sul letto o su un cuscino e la mamma a carponi, come suggerisce l’immagine della lupa, gli porge il seno da sopra. Questa posizione stimola lo svuotamento del seno in caso di ingorgo mammario.

Potete sperimentate le diverse posizioni per allattare finché non trovate quella in cui il vi sentite più a vostro agio e in cui il bambino riesce a suggere meglio il latte.

© Developed by CommerceLab