L'argento e le sue doti: funzioni antibatterica e cicatrizzante

La capacità antibatterica dell’Argento è cosa nota e riconosciuta. La sua efficacia si esplica, in particolare, contro i batteri Gram+, principale causa delle infezioni mammarie.

Perchè Bragagnolo Argenti ritiene importante educare le mamme ad utilizzare questo prezioso rimedio?
“In 37 anni di lavoro” - spiega Vittorio Giuriati, Resp. Commerciale di Bragagnolo Argenti da quando l’azienda è nata - “abbiamo una grande consapevolezza delle proprietà antibatteriche e dell’argento e, riscoperte le sue proprietà cicatrizzanti, abbiamo voluto dare vita ad un progetto in un ambito diverso, quello della salute della mamma e del bambino, per fornire un rimedio naturale ritornando a pensare al Naturale. Sono fermamente convinto che per affrontare il futuro in maniera sostenibile dobbiamo riscoprire il passato e i suoi insegnamenti... ”
“Lavorando direttamente, nel nostro stabilimento produttivo, questo antico e potente metallo, possiamo garantire un prodotto altamente qualitativo per due principali motivi:
1)  abbiamo l’assoluto controllo della provenienza della materia prima;
2)  abbiamo la certificazione sulla purezza dell’argento 999,9%”.

Cosa ne dice la ricerca scientifica?
“Grazie ad illuminate ricerche, l’argento sta emergendo come una meraviglia della moderna medicina. Un antibiotico può eliminare forse una mezza dozzina di organismi nocivi (6) ,mentre l’argento ne uccide circa 650. Non si sviluppa resistenza. Inoltre l’argento è praticamente non tossico.”
   Jim Powell,rivista Science Digest,marzo 1978

Delle incredibili proprietà dell’argento ne parla appunto “Science”, una delle più importanti riviste scientifiche americane. 

 
I risultati dei test di laboratorio.  
A corredo della informazioni scientifiche inseriamo un’Abstract del test commissionato al riconosciuto Laboratorio di Ricerca Chelab: “L’efficacia dei nostri prodotti è testata da Chelab di Resana (TV), laboratorio di ricerca iscritto all’Albo dei laboratori di ricerca di cui all’art. 14 del D.M. n.  593 del 08/08/00 prot. n. 55 del 04/01/02, Decreto del Ministero dell’Istruzione,  dell’Università e della Ricerca del 27/12/01, Accreditato ACCREDIA - Sistema  Nazionale per l’Accreditamento di Laboratori - con il numero 0051 come  laboratorio  operante in conformità alla Norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025”
*****
[...] Analizzando i singoli campioni testati, attraverso la valutazione di 2 parametri (Escherichia coli e Coliformi Totali), si è riscontrato quanto segue:

  nell’acqua contenente il campione 10.060407.0001 (disco rialzato*) si è notata una riduzione della carica microbica mesofila aerobia pari al 46,9% rispetto ai valori presenti nel campione di controllo, esaminato dopo le 24 ore.
  Nello stesso campione si è rilevata una riduzione anche per i parametri relativi ai coliformi totali ed Escherichia coli rispetto al controllo T1 . In particolare, per i coliformi si è verificata una riduzione pari al 99,3% e per Escherichia coli un abbattimento del 91,3%.
  Confrontando i risultati ottenuti dal campione 10.060407.0001 con i risultati del controllo T0 , è evidenziabile un effetto di abbattimento nei confronti dei parametri “coliformi totali” ed “Escherichia coli”.


[...] Sulla base delle prove effettuate in questa attività di ricerca si è riscontrata una notevole riduzione del contenuto batterico, rappresentato dalla carica microbica mesofila aerobia [...]
[…] Inoltre, per i parametri “coliformi totali” ed “Escherichia coli” è stato possibile evidenziare la capacità antibatterica dei campioni sopra indicati in quanto non sono state riscontrate colonie nelle prove microbiologiche effettuate nell’acqua rimasta a contatto per 24 ore.


ID documento: 10.0060407.0990
ANALIZZATO CONTROLLO CONTROLLO (DOPO 24 ORE) 10.060407.0001 - coppetta

COLIFORMI
 200.000 4.300 UFC / 100ML
ESCHERICHIA
COLI
 200 60 UFC / 100ML